Blogia
Terrae Antiqvae

Reconstruyen en exposición la Roma antigua y sus provincias

Reconstruyen en exposición la Roma antigua y sus provincias Se trata de la muestra "Immaginare Roma antica", la primera exposición mundial de arqueología virtual que a través de la multimedia ofrece un recorrido por el imperio que en su momento fue el centro del mundo.

Enlace relacionado:
Building Virtual Rome
http://www.archeogate.it/classica/event.php?id=261

La primera exposición mundial de arqueología virtual, que reconstruye la Roma antigua y sus provincias, será abierta al público del 16 de septiembre al 20 de noviembre de 2005 en la sede de los antiguos Mercados Trajanos.

La muestra, llamada "Immaginare Roma antica" propone, a través de una selección de las mejores realizaciones internacionales de computadora gráfica, multimedia, robótica y realidad virtual, un recorrido por el imperio que en su momento fue el centro del mundo.

"Las sofisticadas tecnologías utilizadas para realizar la muestra permitirán a los visitantes tocar la realidad de la Roma antigua tal como la imaginamos" explicó el asesor de cultura de la alcaldía romana, Gianni Borgna.

Informó que la "mayor emoción" la representan las reconstrucciones virtuales de 17 monumentos, entre ellos la Domus Aurea o palacio de Nerón, el Templo de Júpiter, el Foro de Augusto, el Coliseo, el Teatro de Pompeo, el Palatino o los propios Mercados Trajanos.

La aéra extra urbana del anTiguo imperio está representada en la muestra por la ciudad de Pompeya, la Villa Adriana en Tívoli, el Teatro de Aspendos en Turquía o la ciudad de Complutum en España.

Pero también se reconstruyen aspectos extra romanos, como el Partenón de Atenas, la capilla renacentista de los Scrovegni o aspectos de la basílica de Asís.

El recorrido inicia en el Aula Norte y finaliza en la parte sur de los Mercados Trajanos.

Realiza etapas en numerosos "tabernae" o nichos, en los que se pueden admirar aspectos de la Roma antigua a través de las técnicas virtualers, robóticas, de multimedia o de computación gráfica.

Fuente: El Universal online, mgg/dm. 14 de septiembre de 2005
Enlace: http://www2.eluniversal.com.mx/pls/impreso/noticia.html?id_nota=305069&tabla=notas

------------------------------------------------------------------------

(2) Immaginare Roma Antica: Expo Mondiale di Archeologia Virtuale

15 settembre 2005 - 15 novembre 2005

Il progetto VHC

L'applicazione di tecnologie digitali innovative in ambito culturale si presta a favorire lo sviluppo di nuove modalità di fruizione e, insieme, di nuovi profili professionali e di nuove imprese. La rilevanza anche economica delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali è emersa anche nel corso dei lavori del Tavolo Progetto di Roma e il Segretariato per l'Innovazione e lo Sviluppo del Comune di Roma, in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma, l'Ufficio Extradipartimentale per il Turismo, l'Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (ITABC) del CNR, l'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR (ISTC), il Centro di Ricerca sui Sistemi Informativi (CeRSI) della LUISS e FEDERCULTURE, si è fatto parte attiva di un articolato processo di analisi, studio e ricerca che ha dato luogo al progetto .

VIRTUAL HERITAGE CENTER

Il Virtual Heritage Center è un progetto che nasce dall'incontro di due straordinarietà, una del passato, l'altra del futuro: la straordinarietà del patrimonio culturale di Roma antica, che rappresenta anche buona parte di quella del mondo, e la straordinarietà delle tecnologie digitali multimediali e di realtà virtuale, che rappresentano un modo nuovo e eccezionalmente potente di far comprendere, far apprezzare e coinvolgere emotivamente il pubblico. La loro unione genera molto più che una somma: non soltanto la magia dell'immergersi nel mondo antico come se fosse tornato a vivere, ma anche una quantità di riverberi che coinvolgono la ricerca scientifica, sia nell'archeologia che nelle tecnologie, la formazione culturale e professionale e la generazione di imprese nuove in nicchie tecnologicamente avanzate e servizi ad elevato valore aggiunto.

Tutto ciò è un progetto che si concreta in una struttura in formazione ed evoluzione. Si è deciso che il primo passo di questo cammino potesse essere la chiamata a raccolta del vasto numero di energie dei settori più disparati che si sono già cimentati col tema dell'antica Roma e delle tecnologie. Chiamata che vuole essere un'occasione per esaminarne le realizzazioni, selezionare le migliori nei diversi settori e proporle alla reazione del pubblico. Tutto ciò produrrà preziose informazioni per poter delineare la fase successiva sulla base di conoscenze fattualmente messe alla prova e risultati empirici osservati sul campo.

Aggiungiamo che questa esibizione sperimentale avverrà in un luogo non solo di eccezionale ambientazione – i Mercati di Traiano - ma anche altamente significativo per il progetto: sia per la sua valenza monumentale e storica, che rappresenta essa stessa uno dei contenuti fondamentali dello stesso VHC, sia perché esso è la sede di un altro progetto in corso di realizzazione, il Museo dei Fori Imperiali, che non può che essere strettamente collegato al VHC. A questo scopo si formula l'invito a presentare le realizzazioni (secondo le modalità indicate di seguito) che saranno valutate e selezionate da un comitato di esperti, provenienti dal Comitato scientifico del VHC, e proposte al pubblico nella mostra "Immaginare Roma antica" che si terrà ai Mercati di Traiano dal 15 settembre al 15 novembre 2005.

La mostra, realizzata anche in collaborazione con Filas (Finanziaria Laziale di Sviluppo), vorrebbe costituire un passaggio importante per accentrare l'attenzione sulle tematiche tecnologiche e culturali del Virtual Heritage Center e sui Mercati di Traiano, con lo scopo finale di avviare una programmazione modulare concertata con il Comune di Roma per la realizzazione del centro.

La mostra

La mostra internazionale "Immaginare Roma antica" si presenta come il primo evento mondiale dedicato all'archeologia virtuale su Roma antica ed il suo impero, un itinerario espositivo del virtuale articolato in sei sezioni dedicate a differenti tematiche tecnologiche e culturali. La cornice espositiva dei Mercati di Traiano, poi offrirà un prestigiosissimo contenitore museale a questa iniziativa di valore internazionale.

Il concorso selezionerà le migliori realizzazioni al mondo di computer grafica, multimedia e realtà virtuale.

Chi partecipa

La selezione è aperta ad istituti di ricerca, aziende, liberi professionisti, enti pubblici e privati, studi professionali che abbiano sviluppato applicazioni di realtà virtuale, computer grafica, multimedia e di virtual storytelling in una delle tematiche affrontate dalle sezioni della mostra.

Requisiti

Ogni applicazione dovrà essere corredata da una scheda descrittiva del progetto (massimo 3500 parole) e da una puntuale discussione sulle tematiche archeologiche, culturali e tecnologiche affrontate.

Problema archeologico-culturale. Deve rispondere alla domanda: qual è il valore aggiunto della versione digitale? Qual è il contenuto culturale? In che modo il progetto ha modificato lo stato dell'arte? Si descrivano le relazioni fra contenuto scientifico, comunicativo e divulgativo.

Problema tecnologico. Discussione delle metodologie e tecnologie adottate rispetto al contenuto culturale dell'applicazione, la scelta del software e delle librerie grafiche, lo studio dell'interfaccia e delle dinamiche di interazione, il valore innovativo dell'applicazione.

La scheda progettuale, così come le discussioni archeologiche e tecnologiche di ogni applicazione selezionata, saranno divulgate nei pannelli espositivi della mostra e in un apposito catalogo che verrà pubblicato congiuntamente all'evento espositivo.

Le aplicación

Al concorso sono ammesse applicazioni di realtà virtuale, multimedia e filmati in computer grafica in tema con una o più sezioni della mostra. Chi partecipa non potrà candidare più di una realizzazione per sezione.

Modalità di partecipazione e consegna del materiale per la selezione

L'invio del materiale digitale da selezionare per la mostra dovrà essere effettuato inderogabilmente a mezzo posta o corriere espresso entro il 15/07/2005 all'attenzione del dr. Maurizio Forte, AREA DELLA RICERCA DI ROMA 1, CNR-ITABC, VIA SALARIA KM.29,300, C.P.10 – 00016 MONTEROTONDO ST. (RM) ITALY– con la dicitura Mostra "Immaginare Roma Antica".

In alternativa per ftp server, previo accordi con l'organizzazione della mostra.
Contatti: Maurizio Forte, maurizio.forte@itabc.cnr.it

Il materiale dovrà corrispondere ai formati di seguito descritti.

Applicazioni di realtà virtuale: su supporto DVD (software in formato nativo) oppure in formato filmico corrispondente alla registrazione in real time dell'applicazione.
Multimedia: applicazione integrale su CD o DVD

Computer grafica filmica

Filmati integrali in formato mov, avi, mpg, divx, wmv, video dvd (su CD o DVD).
Tutto il materiale digitale dovrà essere corredato di una scheda di presentazione come indicato in precedenza, con riportate le caratteristiche tecniche della realizzazione. Potrà essere accluso ulteriore materiale informativo (articoli, paper, recensioni, premi, ecc.) utile a valutare il contenuto e la qualità dell'applicazione.

Tutti i partecipanti, a prescindere dal tipo di applicazione presentata, dovranno inoltre fornire un filmato/trailer digitale di almeno 3 minuti di presentazione e sintesi dell'applicazione. Tale filmato sarà inserito nel catalogo digitale della mostra e sarà a disposizione dell'ufficio stampa.

Il materiale selezionato sarà esposto per la durata della mostra secondo un calendario definito dalla direzione espositiva e pubblicato su un catalogo interattivo che verrà venduto nel bookshop. Nel catalogo figureranno i filmati-trailer.

Le opere selezionate

Entro il 20/7/2005 la commissione valutatrice pubblicherà sul sito web della mostra (www.buildingvirtualrome.org) l'elenco delle applicazioni e delle opere selezionate e comunicherà per posta elettronica ai rispettivi autori l'invito a partecipare in qualità di selezionati. Gli autori si impegneranno a consegnare alla direzione espositiva entro il 30/8/2005 le applicazioni nei formati digitali idonei alla pubblica fruizione.
In particolare:

- le applicazioni di realtà virtuale saranno destinate ai teatri virtuali che saranno corredati di adeguate workstation per la navigazione in real time;
- i filmati in computer grafica saranno montati integralmente in una video-antologia e proiettati in una sala video per tutta la durata della mostra;
- le applicazioni multimediali dovranno essere ospitate su apposito hardware fornito dagli autori delle applicazioni stesse.
L'hardware di visualizzazione costituito da display a 42" sarà disponibile per tutti i partecipanti della sezione multimedia.

SEZIONI IN CONCORSO

Special guests
E' una sezione a invito; vi saranno ospitate le realizzazioni più importanti del passato che hanno caratterizzato la storia dell'archeologia virtuale di Roma antica.

La città antica
In questa sezione saranno ospitate tutte le applicazioni afferenti l'età protostorica, repubblicana ed imperiale di Roma antica nel suo contesto topografico, architettonico ed urbanistico.

L'impero di Roma
In questa sezione verranno ospitate le applicazioni concernenti la topografia e l'architettura romana al di fuori di Roma e in tutte le aree dell'impero.

Roma on line
Sezione dedicata ai siti web e portali su Roma antica.

Ricerca e sperimentazione
La sezione ospiterà applicazioni particolarmente innovative non legate soltanto al tema di Roma antica ma a tutte le tematiche dell'archeologia virtuale: interfacce aptiche, sviluppo software, sistemi avanzati di visualizzazione, intelligenza artificiale, sistemi mobile, avatar, robotica, motion capture, virtual set.

Criteri di selezione
I criteri di merito terranno conto dei seguenti fattori:
- contenuti culturali;
- innovazione e sperimentazione tecnologica;
- qualità grafica,
- congruità dei temi trattati;
- qualità didattica e di comunicazione;
- affinità con gli obiettivi della mostra;
- capacità di coinvolgimento narrativo;
- interazione ed edutaiment;
- impatto cognitivo e dinamiche dell'apprendimento.

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE ALLA MOSTRA

Titolo della realizzazione
Lingua
Sintesi descrittiva dei temi culturali
Destinazione
Autore/i
Credits
Produzione/casa editrice
Azienda/Istituto/Studio professionale
Indirizzo
Telefono
E-mail
Software utilizzato o sviluppato
Requisiti tecnici
Anno di produzione
Sezione a cui si intende partecipare
Dimensioni della realizzazione (in mb)
Hardware necessario per l'esposizione (fornito dagli autori/produttori)

Gli autori....della realizzazione denominata....dichiara/no di possedere il copyright dell'applicazione e ne autorizzano la pubblicazione sul catalogo multimediale mediante trailer filmico e la presentazione in pubblico secondo le modalità programmate dai curatori della mostra. Qualora l'opera digitale venga selezionata per la mostra gli autori si impegnano a fornire l'hardware necessario (PC o workstation) per l'esposizione (ad eccezione dell'apparato video fornito dagli organizzatori).

Patrocinio

Unesco WHC, Virtual Heritage Network
Comitato Organizzatore
Maurizio Forte, Lucrezia Ungaro, Oleg Missikoff
Comitato Scientifico Internazionale
Lon Addison, Unesco, WHC World Heritage Center
Francesco Antinucci, CNR-ISTI, Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, Roma
Juan Barcelo, Universitat Autonoma de Barcelona, Spagna
Benedetto Benedetti, Scuola Normale Superiore di Pisa
Massimo Bergamasco, Percro Scuola S.Anna di Pisa
Maurizio Forte, CNR-ITABC, Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali
Bernard Frischer, University of Virginia, USA
Andrea Granelli, Fondazione Cotec
Mario Hernandez, Unesco, "Open Initiative on the use of space technologies to support the World Heritage Convention"
Eugenio La Rocca, Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma
Oleg Missikoff, LUISS/CeRSI
Daniel Pletinckx, Ename Center, Belgio
Donald Sanders, Learning Sites, Inc., Digitally Reconstructed Ancient Worlds for Interactive
Education and Research, USA
Lucrezia Ungaro, Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma
Patrocinio internazionale
UNESCO World Heritage Centre, Virtual Heritage Network

Fuente: Archeogate, 15 de septiembre de 2005
Enlace: http://www.archeogate.it/classica/event.php?id=261
¿Y esta publicidad? Puedes eliminarla si quieres
¿Y esta publicidad? Puedes eliminarla si quieres

0 comentarios

¿Y esta publicidad? Puedes eliminarla si quieres